Nov 102011
 
Print Friendly, PDF & Email

Monika Lukacs e Stefano Ligoratti in concertoConservatorio di Milano, giovedì 10 novembre 2011, ancora una serata del Festival “Liszt e Mahler: la musica è fascinazione“.

Si comincia alle ore 18.00 in Sala Puccini con il primo degli incontri posti a corredo del cartellone concertistico. Introdotti da Ettore Napoli, che ne darà un inquadramento musicologico, Claudio Marzorati e Maria Pia Carola eseguiranno un’opera di Liszt raramente proposta in sala di concerto, la Sonata per violino e pianoforte, “una rarità lisztiana”, come recita il titolo dell’incontro-concerto.

Alle ore 21.00 in Sala Verdi (via Conservatorio 12 Milano) il Festival propone un concerto dedicato all’influenza della musica tzigana sul Liszt autore delle Rapsodie ungheresi  (è del 1859, il suo criticatissimo volume, dal titolo “Gli zingari e la loro musica in Ungheria”) e su autori non necessariamente a lui contemporanei, come Dvořák, Sarasate, Ravel.
Il concerto vedrà tra i protagonisti i nostri artisti Monika Lukàcs e Stefano Ligoratti, che eseguiranno una raffinata opera di Dvořák, le “Melodie tzigane”, e poi, nel gran finale, ancora il pianista Ligoratti nella famosa Rapsodia Ungherese n. 2.

Entrambi gli appuntamenti sopra indicati sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Di seguito il programma della serata e le note di Ettore Napoli. 

Sala Verdi, ore 21.00

Spirito ungherese, spirito zigano

  • Antonin Dvořák  (1841-1904) – Ciganské melodie op. 55  (Melodie tzigane):
    1 – Ma pisen zas mi laskou zni (Il mio canto risuona, un salmo d’amore)
    2 – Aj! Kterak trojhranec muj prerozkosne… (Oh, come suona magnifico il mio triangolo!)
    3 – A les je tichy kolem kol (Tutt’intorno il bosco è silenzioso e quieto)
    4 – Kdyz mne stara matka zpivat, zpivat… (Quando la mia vecchia madre)
    5– Struna naladena, hochu, toc se v kole (Le corde sono accordate, ragazzo; balla in tondo)
    6– Siroké rukavy a siroké gaye (Nella larga, ariosa veste di lino)
    7– Dejte klec jestrabu ze zlata ryzého (Potendo il falco volare intorno alle cime dei monti Tatra)
    Monica Lukacs, soprano – Stefano Ligoratti, pianoforte
  • Franz Liszt (1811-1886) – Rapsodia ungherese n. 12 in do diesis minore
    Federico Ercoli, pianoforte
  • Pablo de Sarasate (1844-1908) – Zigeunerweisen op. 20 per violino e pianoforte
    George Botusina,
    violino – Monica Cattarossi, pianoforte
  • Franz Liszt – Rhapsodie espagnole. Folies d’Espagne et Jota aragonesa
    Alice Baccalini,
    pianoforte
  • Maurice Ravel(1875-1937) -Tzigane. Rapsodie de concert per violino e pianoforte
    Cesare Zanfini
    violino – Maddalena Miramonti pianoforte
  • Franz Liszt (1811-1886) – Rapsodia ungherese n. 2 in do minore 
    Stefano Ligoratti,  pianoforte.